Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Chiudendo il banner che trovi navigando il sito, scorrendo qualunque pagina del sito o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso.     ACCETTOLEGGI DI PIU'
news del 10 aprile 2020
Emergenza sanitaria COVID-19 (3)
Emergenza sanitaria COVID-19 (3)
COMUNICAZIONE N. 3/2020

Caro Socio,

facciamo seguito alla precedente nota del 25 Marzo 2020 per comunicarti che Fidicoop, anche per via della sua diretta partecipazione ai tavoli tecnici nazionali di Assoconfidi,  sta seguendo in prima linea l'evolversi di tutta la normativa in materia di liquidità per le imprese e che oggi prevede due grandi linee di intervento:

- l'art. 56 del d.l. 18/2020 che, come meglio precisato in calce, riguarda le moratorie (sospensione e allungamenti di finanziamenti preesistenti);

- l'art. 13 del d.l. 23/2020, pubblicato ieri, riguardante la concessione di nuova finanza.
Nel dettaglio, quest'ultimo provvedimento, previa autorizzazione della Commissione Europea, prevede che la garanzia rilasciata dal Fondo Centrale di garanzia possa essere incrementata fino al 100% grazie all'intervento dei confidi su finanziamenti di importo fino a 5 milioni di euro concedibili a imprese con un numero di dipendenti non superiore a 499 e a condizioni agevolate.  


In attesa degli opportuni chiarimenti interpretativi, che auspichiamo di ricevere già nei primi giorni della prossima settimana, dovrebbero essere consentite le seguenti percentuali di copertura:  

- 100%, sia in garanzia diretta che in riassicurazione, senza valutazione da parte del Fondo per nuovi finanziamenti fino a 25mila euro concessi a PMI e persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni. E' previsto un costo massimo agevolato a carico dell'impresa.

- 90% per tutte le altre operazioni (escluse quelle indicate al punto successivo), senza utilizzo del modello di valutazione del Fondo.

- Per i nuovi finanziamenti concessi a imprese con ricavi fino a 3,2 milioni e di importo fino al 25% dei ricavi la percentuale può essere innalzata al 100% grazie all'intervento dei confidi.

- 80% di copertura e al 90% in riassicurazione se il Confidi rilascia una garanzia massima dell'80% per i finanziamenti a fronte di operazioni di rinegoziazione del debito del soggetto beneficiario, purchè il nuovo finanziamento preveda l'erogazione al medesimo soggetto beneficiario di credito aggiuntivo in misura pari ad almeno il 10% dell'importo del debito accordato in essere.

Possono essere garantite, a determinate condizioni, anche le imprese con esposizioni classificate come "inadempienze probabili" o "scadute o sconfinanti deteriorate" e quelle ammesse alla procedura del concordato con continuità aziendale o che hanno stipulato accordi di ristrutturazione o hanno presentato un piano attestato. 
Non possono essere ammesse le imprese classificate a sofferenza.

Ulteriori chiarimenti tecnici, anche in merito alle percentuali di intervento, ti saranno fornite nei prossimi giorni non appena la Commissione Europea, DG Concorrenza, si sarà pronunciata sul tema.

Siamo al tuo fianco come sempre per superare  l'emergenza, un caro saluto.
risorse